Viaggi e miraggi

Una ragazza quasi diciottenne, una valigia, un biglietto aereo e qualche timore. Destinazione: l’altro capo del mondo. Una famiglia sconosciuta, un grosso cane e cinque gatti la stavano aspettando. Probabilmente avevano addosso lo stesso timore.

“Sai, la tutor ha detto di controllare che si faccia la doccia, perché gli italiani non si lavano”

“Ehi, ma questi non ce l’hanno il bidet??? Che sporchi!”

Un incontro fra culture. Che hanno imparato a conoscersi, a convivere, a capirsi, a volersi bene. Una quasi diciottenne che ha capito che bisogna conoscere prima di giudicare, e che il mondo è fatto per essere scoperto.  Ha valorizzato le sue radici, senza calpestare quelle di un altro. Ed è tornata a casa più matura, convinta che il mondo del futuro sarebbe stato sempre più interculturale.

Ora, quasi tredici anni dopo, hanno vinto loro. Quelli che professano la chiusura, che instillano la paura dell’altro, lo spettro del diverso. In tutta Europa, non solo da noi, soffia un vento nazionalista e antieuropeo. Perché sono “radicati nel territorio”. Perché questo è quello che la gente vuole.

E che dire dei veri vincitori in Italia?

Quelli il cui obiettivo in Europa è “No ai turchi”.

Quelli che mettono i manifesti con gli indiani nelle riserve (guardate come sono finiti accettando l’invasore straniero, sicuri di voler rischiare la stessa fine??).

Quelli che sulle fermate dell’autobus scrivono “No te paghi, no te parti e si no te ga capio, te o digo anca in arabo/cinese/etc.” perché i portoghesi sono loro, non i fighettini figli di papà che fanno le vasche in centro, e risparmiano sul biglietto del bus per comprarsi la dose di coca. 

Quelli che vorrebbero farci credere che quando respingono i clandestini ai bordi del nostro Bel Paese, prima si premurano di domandare se qualcuno ha i requisiti per esercitare il diritto di asilo.

Quelli che, invece di preoccuparsi di serie politiche per incentivare lavoro e occupazione, continuano a accentuare le differenze Nord/Sud proponendo stipendi differenziati su base regionale.

Quelli che, dove vivo io, sono il primo partito. Rispecchiano il pensiero della maggioranza, troppo impegnata a curare il proprio orticello o la propria fabbrichetta, troppo impaurita dal fatto che l’ALTRO, terone o peggio ancora straniero, possa portargli via ciò che è suo. Troppo chiusa per intraprendere un qualsiasi percorso di integrazione.

Mi guardo intorno, vedo vecchi ma soprattutto giovani, li sento appoggiare – apertamente o fra le righe – questa mentalità. Scrollo le spalle, sconsolata.

Il mio sogno di interculturalità è ancora lontano.

Annunci

3 Responses to “Viaggi e miraggi”


  1. 1 crautoviola 11 giugno 2009 alle 21:21

    senti ma tu non puoi scrivere in dialetto e non mettere la traduzione! no.
    i terroni come me non capiscono!
    🙂

  2. 2 sofficipensieri 12 giugno 2009 alle 11:08

    Ups… sorry! La traduzione letterale recita “Se non paghi, non parti, e se non hai capito te lo dico anche in altre lingue”, mentre quella non ufficiale dice più o meno “Tu straniero, piccolo criminale da strapazzo, visto che la tua principale attività è rubare, non pensare di applicare la tua criminosa e selvaggia filosofia di vita anche sui nostri autobus” .
    P.S. strano che non abbiano inserito tra le “lingue straniere” anche dialetti del centro-sud Italia… che schifo che mi fanno…


  1. 1 http://greatfifa.publicoton.fr/think-cheap-fut-coins-you-can-crunch-bones-630434 Trackback su 12 ottobre 2015 alle 04:15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




giugno: 2009
L M M G V S D
« Mag   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

SOFFICI PIXEL

Meez 3D avatar avatars games

FOLLETTIADI

Lilypie Third Birthday tickers

Blog Stats

  • 15,233 hits

Time goes by…

I am a
Sunflower

What Flower
Are You?

"When your friends think smile, they think of you. There is not a day that goes by that you can't find something good about the world and your fellow human."

Pagine


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: